Mmm... la pagina che stai cercando non si trova qui. Prova a cercare in alto.
  • Notizie
    Askanews

    Tragico incidente aereo, muoiono i giovani Lombini e Rossetti

    Precipita ultraleggero, dinamiche da accertare

  • Notizie
    Askanews

    Fognini operato: "Grazie per l'affetto che mi avete dimostrato"

    "impressionante vedere i frammenti ossei che mi hanno tolto"

  • Health
    Adnkronos

    Zangrillo: "Il virus dal punto di vista clinico non esiste più"

    "Oggi è il 31 maggio e circa un mese fa sentivamo epidemiologi temere per la fine del mese e inizio giugno una nuova ondata e chissà quanti posti di terapia intensiva da occupare. In realtà il virus dal punto di vista clinico non esiste più. Questo lo dice l'università Vita e Salute San Raffaele, lo dice uno studio fatto dal virologo direttore dell'Istituto di virologia, il professore Clementi, lo dice il professor Silvestri della Emory University di Atlanta". Così Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano, a 'Mezz’ora in più' su Rai 3. "Lo dico consapevole del dramma che hanno vissuto i pazienti che non ce l'hanno fatta - ha aggiunto Zangrillo - non si può continuare a portare l'attenzione in modo ridicolo come sta facendo la Grecia sulla base di un terreno di ridicolaggine, che è quello che abbiamo impostato a livello di comitato scientifico nazionale e non solo, dando la parola non ai clinici e non ai virologi veri. Il virus dal punto di vista clinico non esiste più. Ci metto la firma". Quindi ha concluso: "I tamponi eseguiti attualmente negli ultimi 10 giorni hanno una carica virale, dal punto di vista quantitativo, assolutamente infinitesimale rispetto a quelli eseguiti uno o due mesi fa".

  • Sport
    90min

    Icardi-Inter, fine della storia: il divorzio obbligato e le frasi al veleno di Wanda Nara

    Fine della storia: Mauro Icardi e l'Inter si salutano definitivamente. Dopo annate fatte di gol, illusioni, polemiche ed esili, Maurito dice addio al Biscione e si prepara per la sua nuova avventura come giocatore del Paris Saint-Germain. E forse, analizzando lo sviluppo dell'avventura milanese del rosarino, non poteva andare diversamente. Visualizza questo post su Instagram ?? @psg Un post condiviso da Μαυʀɸ Iϲαʀδι (@mauroicardi) in data: 4 Mag 2020 alle ore 10:34 PDT Da bomber e simbolo al...

  • Notizie
    Euronews

    Litunia: il programma di Vilnius per far fuori le auto brutte, vecchie e inquinanti

    Ecco come la Lituania cerca di rendere le sue città più verdi, un programma di incentivi per rottamare le vecchie quattro ruote e comprare bici e scooter elettriciView on euronews

  • Intrattenimento
    Yahoo Notizie

    I 90 anni di Clint Eastwood

    Clint Eastwood ha compiuto 90 anni. Nato a San Francisco il 31 maggio 1930 e partito come divo dei western americani, ha all’attivo 57 film come attore, 8 partecipazioni a documentari, 36 accrediti nei comparti di produzione, la composizione di 9 colonne sonore, e 41 film come regista, oltre a due oscar per la miglior regia, uno alla memoria Irving G. Thalberg e due come miglior film.E, nonostante l’età, Clint ha affermato proprio recentemente di non avere alcuna intenzione di andare in pensione. "Mi piace ancora girare film ed è bello avere un lavoro retribuito", ha detto.Eccolo in alcuni scatti storici.VIDEO - I 90 anni dell’inarrestabile Clint

  • Politica
    Adnkronos

    Fase 2, Meloni: "Capisco chi scende in piazza"

    "Penso che il governo non si stia neanche lontanamente rendendo conto della gravità della situazione economica nella quale ci troviamo. Lo dimostra come è stato impostato un decreto Rilancio fatto di 266 articoli, la maggior parte dei quali serve a moltiplicare le poltrone, distribuire consulenze, a fare cose che nulla hanno a che vedere con la ripartenza dell’Italia. Capisco chi scende in piazza". Lo ha detto Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, in un'intervista a 'Stasera Italia', in onda questa sera su Retequattro.  "Il Mes è una grande trappola - ha ribadito - e credo che non sia la soluzione. Spero che arrivino altre risposte dall’Unione europea e vedremo come finirà la vicenda del Recovery Fund. Sento dire dal governo che piovono soldi dall’Europa: bello, siamo contenti, battiamo le mani e aspettiamo di sapere quando verranno fatti i bonifici sui conti correnti degli italiani".  "Il 2 giugno saremo in oltre 100 piazze italiane con grandi bandiere tricolore per dare voce a milioni di italiani che non ci stanno all’idea di una Italia condannata al declino e che non può ripartire - ha poi sottolineato - Pensiamo che sia il modo migliore di festeggiare la Repubblica italiana: una Repubblica fondata sul lavoro e che torni a credere nel valore dell’orgoglio, della libertà".