Argomento

Cucina facile e veloce

Consigli e ricette semplici della tradizione culinaria italiana

Carbonara? 5 consigli per un piatto perfetto

Alcuni dicono che è stata inventata dai carbonai laziali, altri dai soldati americani dopo la seconda guerra mondiale. Qualunque sia l’origine della ricetta, la pasta alla carbonara è adatta ad ogni occasione, amatissima sia dagli adulti che dai bambini. Ecco qualche consiglio per preparare un piatto perfetto: (La pasta): Per questo tipo di ricetta è più indicata la pasta lunga. Per tradizione si usano bucatini, spaghetti o vermicelli. (Quante uova?): Troppe uova coprono gli altri sapori, rendendo il piatto un po’ pesante.. La regola è: 1 tuorlo a commensale + 1 uovo intero (Il guanciale): Tagliate il guanciale in fette sottili ma abbastanza spesse da diventare croccanti. Va rosolato a fuoco basso in una padella antiaderente, fino a far sciogliere il grasso. Consiglio: Usate il liquido ottenuto per saltare la pasta una volta cotta, così da farle prendere il gusto della proteina (Condire la pasta) Formare una crema di uova, guanciale e pecorino e versarla sulla pasta bollente, appena scolata. Mescolare velocemente finché il condimento non diventa cremoso. (Le varianti): Esistono moltissime varianti della carbonara: c’è chi usa la pancetta invece del guanciale, chi aggiunge la panna e chi usa un altro formaggio al posto del pecorino. In cucina è bello sperimentare per trovare la ricetta perfetta.
  • 01:23
  • 01:35
  • 01:10
  • 01:19
  • 01:31
  • 01:05
  • 01:12
  • 00:56
  • 01:31
  • 01:33
Coronavirus
Coronavirus
Ecco quando arriverà il vaccino
  • Yahoo Notizie

    Carbonara? 5 consigli per un piatto perfetto

    Alcuni dicono che è stata inventata dai carbonai laziali, altri dai soldati americani dopo la seconda guerra mondiale. Qualunque sia l’origine della ricetta, la pasta alla carbonara è adatta ad ogni occasione, amatissima sia dagli adulti che dai bambini. Ecco qualche consiglio per preparare un piatto perfetto: (La pasta): Per questo tipo di ricetta è più indicata la pasta lunga. Per tradizione si usano bucatini, spaghetti o vermicelli. (Quante uova?): Troppe uova coprono gli altri sapori, rendendo il piatto un po’ pesante.. La regola è: 1 tuorlo a commensale + 1 uovo intero (Il guanciale): Tagliate il guanciale in fette sottili ma abbastanza spesse da diventare croccanti. Va rosolato a fuoco basso in una padella antiaderente, fino a far sciogliere il grasso. Consiglio: Usate il liquido ottenuto per saltare la pasta una volta cotta, così da farle prendere il gusto della proteina (Condire la pasta) Formare una crema di uova, guanciale e pecorino e versarla sulla pasta bollente, appena scolata. Mescolare velocemente finché il condimento non diventa cremoso. (Le varianti): Esistono moltissime varianti della carbonara: c’è chi usa la pancetta invece del guanciale, chi aggiunge la panna e chi usa un altro formaggio al posto del pecorino. In cucina è bello sperimentare per trovare la ricetta perfetta.

  • Yahoo Notizie

    Cinque bevande salutari

    Avere il giusto equilibrio a tavola significa fare attenzione a quello che si mangia, ma anche a ciò che si beve. Ecco quindi alcune bevande salutari che ci aiutano a tenere uno stile di vita sano. (Centrifughe): Perfette per iniziare la giornata, le centrifughe possono includere sia frutta che verdura. Scegliete gli ingredienti che amate di più e viziatevi con questa delizia salutare ideali per uno stile di vita sano (Acqua aromatizzata) Gli esperti consigliano di bere circa 9 bicchieri d'acqua al giorno. Un'alternativa è l'acqua aromatizzata che può essere fatta con frutta o verdura. Un esempio? Mettete dentro una brocca 50 grammi di zenzero, 20 di cetrioli e qualche foglia di menta. Lasciate riposare una notte e al mattino troverete un'ottima bevanda salutare. Continua nel video...

  • Yahoo Notizie

    Il perfetto brunch casalingo

    Parola composta da “breakfast” (colazione) e “lunch” (pranzo), il brunch è un pasto tipicamente anglosassone. Da consumare in tarda mattinata, è un’ottima soluzione per i giorni festivi in cui si ha voglia di dormire. Ma di cosa si compone un brunch? (Bacon & Eggs): Uova e pancetta: la combo vincente per ogni brunch che si rispetti. Le uova possono essere preparate in qualunque modo, ma per i puristi degli USA si consigliano le “Scrambled eggs” (uova strapazzate). (Pancake): Veloci da preparare e gustosi da mangiare. I pancake rendono il brunch molto più dolce, soprattutto se accompagnati con il tradizionale sciroppo d’acero. (Succo d’arancia): Il succo d’arancia è un’imperdibile bevanda nel brunch. Fresca e dissetante, fornisce al corpo energia e vitamina C. (Frutta): Che sia sotto forma di macedonia, di spiedini o nature, la frutta rende fresco e leggero il brunch. (Arricchire il menù): In questo pasto tutto è concesso: toast, muffin, focacce e qualunque cosa accontenti i gusti personali per per iniziare al meglio la giornata.

  • Yahoo Notizie

    Guida di sopravvivenza in cucina

    Conoscere qualche trucchetto in cucina è un grosso vantaggio. A voi 4 imperdibili consigli: Riconoscere le uova fresche Immergere l’uovo in un bicchiere d’acqua: se affonda e si ferma è fresco, se rimane a metà può essere utilizzato ma va cotto bene, se galleggia non è più buono. Il principio dietro questo metodo è che più l’uovo è vecchio, più aria contiene al suo interno. Niente lacrime con la cipolla: Prima di tagliare la cipolla, sfregare il tagliere con un limone. Questo eviterà le lacrime e salverà il legno dall’odore penetrante del bulbo. In alternativa, affettare la cipolla masticando lentamente un pezzo di pane o trattenendo in bocca dell’acqua. Troppo sale? I metodi “salva-piatto” Aggiungere acqua o una patata tagliata a fette alla preparazione salata può risolvere la situazione. Sugo o ragù, invece, si salvano con della panna da cucina. Forno ventilato o statico? La scelta della cottura in forno statico o ventilato dipende dalla pietanza. Il forno statico scalda i cibi lentamente e delicatamente, ma in modo meno uniforme. Nel forno ventilato, una ventola muove l’aria calda consentendo una cottura veloce e regolare, adatta agli alimenti che necessitano di una crosticina croccante e di un interno morbido.

  • Yahoo Notizie

    A tutta frutta in cucina

    È perfetta sia in estate che in inverno, in ricette dolci e salate. Si tratta della frutta, una delle categorie alimentari più versatili in cucina. Ecco qualche suggerimento per imparare a sfruttarla al massimo: (La frutta è servita): Se volete che la frutta sia protagonista, perché non farne direttamente il piatto? Svuotatela e disponeteci sopra gli altri ingredienti. Oltre che essere scenografica, darà sapore alla ricetta. (Antipasti e dessert): Mousse, sorbetti o gelati, ma anche spiedini e tartare. La frutta è la grande protagonista della cucina estiva. Per un tocco in più, aggiungete spezie ed erbe aromatiche e date sfogo alla vostra creatività. (Crostate old-style): La crostata è un grande classico, il dolce perfetto per ogni occasione. Esistono moltissime varietà di crostata e, indipendentemente dal ripieno, il risultato è sempre ottimo (Insalata con frutta): Per un pasto salutare, utilizzatela nelle insalate. Va bene qualsiasi frutto, scegliete il vostro preferito e sbizzarritevi con gli altri elementi. Otterrete così un piatto fresco e invitante, le cui combinazioni sono infinite. (Con la carne e il pesce): Oltre alle insalate, sfruttate la dolcezza di questi ingredienti nelle portate di carne e pesce. Per un gusto ancora più deciso, fate marinare le proteine nel succo della frutta utilizzata in ricetta

  • Yahoo Notizie

    Lo yogurt: l’ingrediente universale

    In ogni frigorifero ci sono vasetti di yogurt, magari comprati in uno slancio salutistico, prossimi alla scadenza. Ecco 4 modi originali per evitare di buttarlo: (Fatene una salsa): Lo yogurt è perfetto per condire insalate, tartare e verdure. Basta aggiungere qualcosa per insaporire, come senape o erba cipollina, per ottenere la salsa perfetta. (Cucinare light): Burro, latte e panna possono essere facilmente sostituite da un vasetto di yogurt. In questo modo i vostri dolci saranno gustosi e invitanti, ma anche dietetici. (Date un tocco etnico alle vostre ricette): Lo yogurt è utilizzato in tutto il mondo e ci sono innumerevoli ricette che ne fanno il protagonista principale. Esplorate I piatti etnici più interessanti: dal bortsch, una zuppa a base di yogurt, al pollo tikka masala (Bevande per tutti i gusti): Smoothies e frullati, ma anche bevande calde alla menta e drink aromatizzati alle spezie. Freddo o caldo, lo yogurt è un ottimo accompagnamento per merende, aperitivi e pasti.

  • Yahoo Notizie

    5 trucchi di cucina che non tutti conoscono

    Che siate novizi dei fornelli o aspiranti chef, ecco qualche piccolo consiglio per rendere la vita in cucina più semplice: (Il riso nella saliera): Aggiungere due o tre chicchi di riso nella saliera farà in modo che il sale non indurisca. Il riso, infatti, assorbe l’umidità ed evita la formazione di grumi (Congelare il pane): Congelare il pane raffermo tagliato a fette per gustarlo come appena sfornato. Quando ne avrete bisogno basterà metterlo in forno per una decina di minuti: il pane che ne uscirà sarà croccante e morbido (Preparare i frutti da spremuta): Prima di spremere un’arancia o un pompelmo, fateli rotolare sul tavolo premendoli leggermente con la mano. Così separerete i semi e libererete il liquidi all’interno del frutto, che sarà più polposo (Zuppa troppo salata): Troppo sale nella zuppa? Aggiungete una patata sbucciata per 10 minuti. Il tubero assorbirà il sale e il piatto sarà salvo (Consigli per conservare gli alimenti): Foderate il cassetto del frigorifero per frutta e verdura con tovaglioli di carta, che assorbiranno l’umidità evitando che gli alimenti marciscano. Per quanto riguarda farina, riso e pasta, aggiungete una foglia di alloro nei contenitori, terrà lontano gli insetti.

  • Yahoo Notizie

    Lasagne perfette, ecco come

    Le lasagne sono un must per ogni amante della cucina. A voi i consigli per preparare un piatto dal sapore indimenticabile (Condimento homemade): Chi vuole preparare ragù e besciamella si organizzi il giorno prima. Cucinare entrambi in grandi quantità per non avere problemi a ricoprire gli strati di pasta. (Tagliare carne e verdura fini): La carne e le verdure nel ragù vanno tagliate in pezzi piccoli, così che gli strati possano aderire bene uno sull’altro senza “bozzi” (Il giusto condimento): Il condimento non deve essere troppo liquido, ma nemmeno troppo denso. Ragù e besciamella dovranno essere sufficientemente “densi” da ricoprire interamente gli strati, ma nella quantità giusta a non asciugare troppo durante la cottura in forno. (Tanti strati): Per essere appetitosa una lasagna dovrebbe avere almeno 3/4 strati, ma più è alta più è invitante.

  • Yahoo Notizie

    Come ammorbidire il pane raffermo

    Volete fare uno spuntino ma il vostro pane è duro? Nessun problema! Riportarlo alla consistenza originale è veloce e semplice. Ecco 3 modi per recuperarlo: (Utilizzare il microonde): Avvolgetelo in un tovagliolo leggermente bagnato e scaldate tutto nel forno microonde per 15/20 secondi. Attenzione: Il calore lo farà indurire più in fretta, quindi il pane scaldato in questo modo rimarrà morbido solo per pochi minuti. Mangiatelo subito. (Fare una nuova infornata): Rivestite la pagnotta rafferma con un pezzo di alluminio e mettete in forno il tutto per 5/10 minuti. A differenza del microonde, il forno tradizionale rende il pane morbido per qualche ora. Consiglio: Se la pagnotta è molto dura, usate un vaporizzatore per bagnare la crosta esterna. (Pane al vapore): Versate un po’ d’acqua in una pentola e portatela a ebollizione, poi inserite il pane raffermo in un cestello in metallo e inseritelo nella casseruola. Fate attenzione che il pane non tocchi mai l’acqua bollente. Coprite tutto con un coperchio e lasciate a riposare nel vapore per almeno 5 minuti. (Consiglio bonus: riciclate): Ci sono innumerevoli modi per riutilizzare pane raffermo e se i metodi sopra indicati non vi convincono utilizzatelo per creare crostini, pan grattato o ricette gustose. Liberate la fantasia e sperimentate.

  • Yahoo Notizie

    Come sfornare una pizza deliziosa

    È il simbolo della cucina nostrana, il piatto che identifica il Belpaese in tutto il mondo. È la pizza, emblema della gastronomia e della cultura italiana. Ogni italiano l’ha mangiata innumerevoli volte, ma farla è un’altra questione. Ecco quindi 4 suggerimenti per chi vuole provare a cucinare questa delizia a casa propria: (Sale e lievito, mai insieme): Il sale frena l’azione del lievito, per questo motivo i due ingredienti puri non devono mai toccarsi. Le alternative sono 2: far sciogliere entrambi nell’acqua prima di unirli, oppure aggiungere il sale solo a fine preparazione. (Come stendere la pasta): Il matterello è assolutamente proibito. La pizza va stesa a mano, come nella migliore tradizione napoletana. Come? Partite dal centro e allargate l’impasto dall’alto verso il basso. Se vi sembra troppo elastico lasciatelo riposare un paio di minuti (Aggiungere il pomodoro): Versate un po’ di salsa al centro della pizza e con il dorso di un cucchiaio spargetela “a cerchio” finché la base sarà coperta da un sottile velo rosso Consiglio per chi usa pomodori pelati: tagliateli a pezzi e scolateli, poi schiacciateli e passateli (La mozzarella) In commercio esiste la mozzarella apposita per pizza, gustosa e meno liquida. Se preferite utilizzare il fiordilatte fatelo scolare bene, ma attenti a non farlo seccare. La mozzarella di bufala, invece, perde il gusto in cottura. È meglio tagliarla grossolanamente e aggiungerla alla fine.

CONDIVIDI QUESTA PAGINA